Sabato pomeriggio è stata inaugurata la nuova stazione di ricarica rapida per autoveicoli elettrici a Chiggiogna. Situata a 800 metri dall’uscita autostradale e a metà rampa del Gottardo, la colonna si presta a servire in modo ottimale il traffico nord-sud di transito.

La nuova stazione è equipaggiata di cavi e offre tre tipi differenti di connessione, così da coprire la quasi totalità delle marche in circolazione oggi. Può arrivare ad una potenza di 50 kW, in questo modo si riesce ad aumentare l’autonomia di 100 km in 15 minuti soltanto.

Questo tipo di ricarica è attualmente offerta in una decina di località a livello ticinese e le aziende di distribuzione elettriche si stanno attivando per offrire questo servizio in altre località strategiche a livello cantonale. Le aziende elettriche ticinesi raggruppate in Enertì stanno inoltre procedendo alla completa sostituzione dell’attuale rete RiParTi (più di 100 colonne di vecchia generazione a livello ticinese).

L’energia erogata è certificata e prodotta dall’impianto idroelettrico Ceresa, di proprietà della Cooperativa Elettrica di Faido (CEF), e quindi una vera produzione a km zero.

All’inaugurazione della nuova stazione erano presenti cinque rivenditori della regione che hanno offerto ai presenti la possibilità di toccare e provare questi veicoli a trazione elettrica di nuova generazione.

Oltre alle quattro ruote, vi era pure la possibilità di conoscere il mondo delle due ruote: una decina le diverse tipologie di biciclette elettriche di ultima generazione, da quella per gli spostamenti urbani fino alle mountain-bike.

david_muttoni

Nella foto il sindaco di Faido Roland David e il presidente della CEF Cleto Muttoni.

Inaugurata la stazione di ricarica rapida